Dr Organic – Dead Sea Mineral Face Wash

Ciao a tutti e bentornati sul blog! Conoscete Dr Organic? E’ un’azienda inglese che crea prodotti naturali, sfruttando le proprietà bioattive degli ingredienti che li compongono. Non possiede certificazioni, ma la presenza del logo BIOACTIVE assicura che i prodotti contengano ingredienti organici attivi e che le loro proprietà naturali siano preservate restando quindi bioattive ed efficaci. Sul blog trovate la recensione della Rose Otto Face Mask, ma oggi è il turno di un prodotto per la detersione del viso a base di sali del mar morto, il Dead Sea Mineral Face Wash.

facewash_01.jpg


Packaging

Il detergente viso ai sali del Mar Morto si presenta in un tubo da 200 ml con chiusura a scatto. Trattandosi di un gel abbastanza denso occorre esercitare una certa pressione per farlo fuoriuscire, per cui avrei preferito un flacone con dosatore a pompetta per prelevare più agevolmente il prodotto. I packaging di Dr Organic sono sempre molto colorati e pieni di informazioni e anche in questo caso è così. Il colore dominante è l’azzurro che rievoca il mare e potrete leggere la descrizione e il modo d’uso sia in italiano sia in inglese (anche se quelli in italiano sulla mia confezione non sono corretti), l’INCI e il PAO. Il tubo era contenuto in una scatola di cartone anche lei piena di informazioni ma che non ho potuto fotografare perché credo di averla buttata subito.

facewash_02


INCI

Aloe barbadensis leaf juice, aqua, sodium lauroyl sarcosinate, sodium cocoamphoacetate, cocamidopropyl betaine, lauryl glucoside, shea butteramidopropyltrimonium chloride, polyglyceryl-4 caprate, maris sal (dead sea salt), ascophyllum nodosum extract, fucus vesiculosus extract, laminaria digitata extract, citrus aurantium amara (bitter orange) leaf oil, citrus aurantium dulcis, citrus nobilis (mandarin) peel oil, pinus sylvetris (pine) needle oil, thymus vulgaris (thyme) flower/leaf oil, mentha arvensis herb oil, mentha spicata herb oil, sodium phytate, hydroxypropyl oxidized starch pg-trimonium chloride, starch hydroxypropyltrimonium chloride, sodium chloride, lactic acid, sodium lactate, urea, glycerin, levulinic acid, anisic acid, sodium hydroxymethylglycinate, potassium sorbate, ascorbic acid, citric acid, limonene, linalool.

Come potete vedere l’INCI di questo prodotto non è assolutamente verde, non tanto per gli oli essenziali quanto per alcuni ingredienti che sono tossici per gli organismi acquatici: non credo quindi che lo si possa definire ecologico e neanche biologico, vista anche la presenza di un conservante potenziale cessore di formaldeide. Analizziamolo in dettaglio:

  • il succo di aloe (Aloe Barbadensis Leaf Juice) lenitivo del prurito, rinfrescante e antinfiammatorio, preserva l’idratazione cellulare, antiossidante, stimola la produzione di collagene, ideale per pelle secca, irritata e sensibile;
  • sodium lauroyl sarcosinate, sodium cocoamphoacetate, cocamidopropyl betaine, lauryl glucoside, polyglyceryl-4 caprate sono i tensioattivi;
  • shea butteramidopropyltrimonium chloride è un emulsionante e tensioattivo ed è classificato come rosso perchè tossico per gli organismi acquatici;
  • sale marino (maris sal (dead sea salt)) svolge un’azione depurante e detossinante, incrementa l’apporto di ossigeno alle cellule remineralizzando la pelle e rendendola luminosa e vitale;

Ascophyllum Nodosum

  • ascophyllum nodosum extract, estratto dall’alga bruna tipica delle regioni situate a nord del l’Oceano Atlantico tra cui la Norvegia, stimola la microcircolazione e svolge un’attività antinfiammatoria;

fucus_vesiculosus

  • fucus vesiculosus extract, estratto dal Focus vesiculosus, alga bruna particolarmente indicata per il trattamento degli inestetismi della cellulite, svolge anche una buona azione idratante, emolliente, ammorbidente e protettiva;

alga Laminaria.jpg

  • estratto di alga Laminaria (laminaria digitata extract) viene impiegata nella fitoterapia e in erboristeria per la sua azione anti-ipertensiva, antivirale e antitumorale, si usa anche in talassoterapia per la cura della pelle;
  • l’olio essenziale di arancio amaro (citrus aurantium amara (bitter orange) leaf oil), l’olio essenziale di arancio dolce (citrus aurantium dulcis) e l’olio essenziale di mandarino (citrus nobilis (mandarin) peel oil) hanno proprietà antisettiche e seboregolatrici, antinfiammatorie, antibatteriche, cicatrizzanti e vivificanti sulla pelle; il primo di questi oli essenziali è fotossico, cioè pericoloso solo se il prodotto non si risciacqua e se viene esposta la pelle al sole, da cui il semaforo rosso;

pinus_sylvestris

  • olio essenziale di pino (pinus sylvetris (pine) needle oil) ha proprietà antisettiche e tonificanti;

Thymus vulgaris

  • olio essenziale di timo (Thymus vulgaris (Thyme) flower/leaf oil) le sue proprietà astringenti aiutano a riequilibrare il pH della cute grassa, ed è quindi utilizzato per il trattamento di acne, brufoli e punti neri;
  • l’olio essenziale di menta arvensis (mentha arvensis herb oil) ha un potente effetto antisettico, stimolante e anti-microbico;
  • l’olio essenziale di menta crespa (mentha spicata herb oil) ha una funzione rinfrescante, calmante, decongestionante;
  • il sodium phytate, è un chelante;
  • hydroxypropyl oxidized starch pg-trimonium chloride umettante e condizionante per la pelle è classificato come rosso perchè tossico per gli organismi acquatici;
  • starch hydroxypropyltrimonium chloride stabilizzante delle emulsioni è classificato come rosso perchè tossico per gli organismi acquatici;
  • il sale (Sodium Chloride) è un conservante naturale, ed è ricco di minerali che purificano la pelle;
  • l’acido lattico (Lactic acid) che regola la cheratinizzazione e ha un leggero effetto peeling lasciando la pelle liscia e flessibile;
  • lattato di sodio (Sodium lactate) è un idratante che fa parte del NMF (Natural Moisturizing Factor) cutaneo, rende la pelle morbida e soffice;
  • Urea è naturalmente presente sulla pelle sana, va a ricostituire il fattore naturale di idratazione (NMF) dell’epidermide, lascia la pelle morbida e liscia, stimola la rigenerazione cutanea e ripristina le funzioni “barriera” della cute;
  • la glicerina (Glycerin) ben tollerata dalla cute svolge un’ottima attività idratante nei confronti dell`epidermide donando alla pelle luminosità e compattezza;
  • levulinic acid, anisic acid, potassium sorbate sono conservanti;
  • sodium hydroxymethylglycinate è impiegato come conservante la cui massima concentrazione autorizzata corrisponde allo 0,5%, in alcuni casi può risultare irritante e sensibilizzante, ed è un potenziale cessore di formaldeide, da cui il semaforo rosso;
  • acido ascorbico (ascorbic acid) è la vitamina C, potente antiossidante
  • l’acido citrico (citric acid) si ricava pricipalmente dal succo di limone e viene impiegato come additivo acidulante conservante e per correggere il pH;
  • limonene, linalool sono allergeni del profumo

L’INCI è stato controllato utilizzando il sito https://www.ecobiocontrol.bio/


Opinione Personale

Raramente mi capita di comprare prodotti per cui poi mi pento del mio acquisto, perchè nella scelta non solo seguo le mie esigenze ma presto molta attenzione all’INCI. L’acquisto di questo detergente risale a più di due anni fa, quando la mia conoscenza dell’eco bio cosmesi era ancora in erba, molti ingredienti mi erano sconosciuti, e diciamolo pure, l’acquisto compulsivo per provare nuovi prodotti era molto più forte e ingestibile. Non che adesso non lo sia (comunque prima o poi finirò sotto i ponti 😀 !) ma sicuramente sono acquisti più oculati!

Di questo detergente purtroppo non mi è piaciuto nulla 😦 !!!

La consistenza è quella di un gel trasparente che non scivola via perchè è piuttosto denso e a contatto con l’acqua genera una schiuma bianca leggera ma con un profumo che non ho amato, perchè mi ricorda l’odore della terra o del fango.

facewash_03.jpg

Le indicazioni dell’azienda lo definiscono come:

Un trattamento di pulizia profonda dei pori, ideale per le pelli miste e grasse, con imperfezioni, e/o sensibili. Formulato con una miscela di sali minerali del Mar Morto, aloe vera, estratto di Alga Bruna, estratto di Fuco, olio di arancio e mandarino, olio di pino e timo, vitamina C. Il detergente ai sali del Mar Morto purifica la pelle del viso delicatamente lasciandola fresca, morbida e visibilmente sana.

La mia pelle è mista, con la zona T più grassa e le guance molto delicate e sensibili. L’ho generalmente applicato su pelle umida generando schiuma con il movimento delle dita e massaggiando le zone più bisognose di essere purificate. La densità del gel non permette di risciacquarlo velocemente, ed occorre spendere un paio di minuti per rimuoverlo totalmente. Una volta asciugato il viso, si nota subito l’effetto purificante perchè qualsiasi eccesso di sebo viene eliminato, ma la sensazione che permane è quella di pelle che “tira” e una maggiore secchezza diffusa. Questa spiacevole sensazione non si presenta solo sulle guance ma anche sul naso e sul mento e sono riuscita a mitigarla solo applicando una crema nutriente. L’ho utilizzato per un certo periodo solo perchè volevo essere sicura che non fosse un effetto temporaneo legato a un particolare stato della mia pelle, ma l’effetto negativo è continuato, perchè probabilmente la detersione risulta essere troppo prodonda per la mia pelle, l’ho quindi l’ho destinato ad altro nella speranza di finirlo velocemente, ed è ormai agli sgoccioli.

Nel corso del tempo, conoscendo la pelle del mio viso, ho imparato a prendermene cura utilizzando detergenti delicati e non aggressivi, come le mousse delicate o meglio il latte detergente, e da questa sana abitudine ho tratto grandi benefici. In questo modo ho eliminato tutto ciò che può danneggiare la barriera idrolipidica anche per pelli come la mia, senza farmi prendere dall’ansia dell’effetto rebound (che non esiste! perchè? leggi qui dal blog ILoveRemunni) o dall’assillo che per eliminare il sebo in eccesso bisogna “sgrassare” la pelle! Niente di più sbagliato!

Concludendo la mia esperienza non è stata positiva e non vi consiglio di acquistarlo!


Valutazione e info utili

Profumo              ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ 5

Efficacia              ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ 7

Tollerabilità       ❤ ❤ ❤ 3

Qualità/Prezzo   ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ 5

Packaging           ❤ ❤ ❤ ❤ ❤ 5

Voto finale 5

Annunci

3 pensieri riguardo “Dr Organic – Dead Sea Mineral Face Wash”

  1. Ciao! Ho fatto una ricerca per vedere se fossi stata l’unica ad aver avuto lo stesso problema con questo prodotto e ovviamente no! Io l’ho acquistato da un negozio di erboristeria nella mia piccola città, consigliato dal venditore per la mia pelle che in quel periodo era completamente rovinata e con brufoli (derivanti dall’ovaio micropolicistico) quindi niente a che vedere con la mia pelle che anzi è molto secca e delicata. Utilizzandolo l’effetto è stato lo stesso da te descritto, pelle tirata e man mano sempre più secca tanto che nemmeno le creme idratanti riuscivano a togliere l effetto. Forse dovrebbe essere usato giusto qualche volta al mese, ma è stato un grave errore fidarmi del consiglio.

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Valentina! Che peccato che anche su di te abbia avuto questo effetto! Ho avuto modo di parlare con ragazze che invece lo adorano e continuano ad acquistarlo. E’ proprio vero che il successo di un prodotto è assolutamente soggettivo!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...